Come un’isola, 2012, mattoni forati, argilla cruda

Torre Massimiliana isola di Sant'Erasmo-Qui e non Altrove 2012

Come un’isola, 2012, mattoni forati argilla cruda
Come un’isola, 2012, mattoni forati argilla cruda
Orti, 2012, rete metallica, cm.100x140, particolare
Orti, 2012, rete metallica, cm.100x140

Qui e (non) altrove
Torre Massimiliana, Isola di Sant'Erasmo, Venezia, 2012

Una mostra collettiva di dodici artisti, tutti docenti all’Accademia di Belle Arti di Venezia, è la nuova proposta per la Torre Massimiliana a Sant’Erasmo. Una mostra, curata da Riccardo Caldura, che offre la possibilità al pubblico di entrare in contatto con la produzione recente di artisti che abbinano alla loro attività creativa quella didattica.

L'artista presenta un'articolata disposizione di più opere, alcune delle quali sono state appositamente concepite risentendo della situazione fra quotidianità e lieve estraniamento data da un luogo sospeso fra la presenza e l'assenza dei suoi abitanti. Arabeschi ricavate da reti metalliche per recinzioni, impronte di semi di papavero dalla forma di stella lasciate sulla terra da fusione per scultura grazie ad un mattarello in bronzo dalla superficie a rilievi, lavori su carta parzialmente prodotti dalla interazione con piccole lumache che mangiano il materiale, due piccole case in mattoni e argilla cruda che raccontano dell'intimità e della concentrazione, dall'inequivocabile titolo: "Come un' isola".